12 Aprile 2024
News

Il giornalismo è un paese per donne? Esperienze, sfide, narrazioni a confronto

Venerdì 15 marzo 2024 ore 17.30
Biblioteca delle Oblate, Firenze - Sala Dino Campana

Nell’ambito della rassegna “Si scrive Marzo si legge Donna”organizzata dal Comune di Firenze con la Biblioteca delle Oblate, Ideerranti propone l’incontro dal titolo “Il giornalismo è un paese per donne? Esperienze, sfide, narrazioni a confronto” che vedrà intorno al tavolo quattro giornaliste italiane che lavorano in ambiti molto diversi e si confronteranno sulle tematiche di genere legate alla loro professione (atteggiamenti misogini o sessisti, conciliazione vita privata e professionale, discriminazioni salariali ecc.). Si ripercorreranno le esperienze nei mondi del giornalismo sportivo, del giornalismo d’inchiesta, di cronaca quotidiana, del reportage dai contesti di guerra o di cooperazione internazionale, dell’attività di ufficio stampa istituzionale per capire quanto le tematiche di genere possano intersecare questi diversi mondi, evidenziando soprattutto con riguardo al presente e alle prospettive per il futuro, problematiche conosciute ma ancora da risolvere o questioni nuove per le quali si possa cercare di individuare in maniera costruttiva possibili risposte o vie da intraprendere. Tutto ciò in un contesto nazionale (e non solo) nel quale diventa sempre più presente nel dibattito d’attualità che riguarda la stampa, il tema della garanzia della libertà di espressione… L’incontro verrà moderato dal giornalista scrittore fiorentino Paolo Ciampi.

Raffaella Fanelli, giornalista di inchiesta che collabora con stampa e televisione e che si è occupata di indagini su casi giudiziari di grande rilevanza nelle cronache politiche e non solo del Paese, quali ad esempio l’omicidio Pecorelli. Nell’ambito delle sue inchieste ha realizzato interviste a Salvatore Riina, Angelo Provenzano, Vincenzo Vinciguerra, Valerio Fioravanti. Frai i suoi libri: “Al di là di ogni ragionevole dubbio. Il racconto di Via Poma” (2011), “Intervista a cosa nostra” (2013), “La verità del Freddo” (2018) (libro-intervista all’ultimo capo della Banda della Magliana, Maurizio Abbatino), “La strage continua. La vera storia dell’omicidio di Mino Pecorelli” (2020), “Chi ha ucciso Simonetta Cesaroni? Tutta la verità sul delitto di via Poma” (2023).

Daniela Cavini giornalista in campo internazionale che ha operato a lungo nei Balcani, in Nord Africa e Medio Oriente, e che tuttora si occupa di comunicazione in ambiti istituzionali internazionali, scrive anche storie di patrimonio culturale sul Corriere della Sera. Nel 2018 è uscito il suo primo libro, “Le Magnifiche dei Medici” e nel 2021 “Storia di un’altra Firenze”.

Mara Cinquepalmi, dell’Ufficio Stampa della Regione Emilia Romagna, con lunga esperienza come giornalista indipendente, impegnata nella rete di GiULiA e prima ancora come cronista sportiva. Terminati gli studi umanistici con una laurea in filologia medioevale all’Università di Bologna, lavora nel mondo della comunicazione e si dedica in modo particolare alla comunicazione pubblica, politica e istituzionale. Si occupa di datajournalism e comunicazione di genere. Ha scritto alcune voci per l’Enciclopedia delle donne. Da aprile 2013 è la coordinatrice di GiULiA Emilia-Romagna, il coordinamento regionale della rete delle Giornaliste Unite Libere Autonome. A maggio 2013 è stata eletta nel Consiglio regionale dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna. Nel 2017 pubblica “Donne di carta. Il Poligrafico nei documenti dell’Archivio di Stato di Foggia e nei ricordi delle lavoratrici”. E’ del 2016 l’e-book “Dispari. Storie di sport, media e discriminazioni di genere”. Nel 2020 pubblica “Turista per calcio (e non per caso). Dalla Tv ai social, il programma in viaggio col Foggia”.

Elisa Dossi trentina di nascita, redattrice, tra l’altro, della testata di Rai News 24.

Paolo Ciampi giornalista e scrittore fiorentino, ama intrecciare letture e cammini in città o in montagna, che ha raccontato in libri quali “La strada delle legioni”, “Tre uomini a piedi”, “Per le foreste sacre” e “L’aria ride”. All’attivo una trentina di titoli per editori quali Arkadia, Mursia, Vallecchi, Giuntina, Ediciclo, Edizioni dei Cammini, Clichy, Spartaco, Italosvevo. Tra gli ultimi, due reportage sull’Olanda e la Polonia, le biografie dedicate a Fibonacci – “L’uomo che ci regalò i numeri” – a George Perkins Marsh – “L’ambasciatore delle foreste”, selezionato per il Premio Strega 2020, a Enrica Calabresi, “Un Nome”. Recentemente ha pubblicato anche “Gli occhi di Firenze”, “Il maragià di Firenze”, “L’anatomia del ritorno” , “Un popolo in cammino”, “Nulla va perduto. Vita straordinaria di Leda Rafanelli”, “La terapia del bar”, “La zingara di Montepulciano. Viaggio nella Toscana delle leggende” e “Il babbo di Pinocchio”. Attivo nella promozione degli aspetti sociali della lettura, partecipa a numerose iniziative nelle scuole.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie